Visita ortottica con macchinari all’avanguardia

Spesso i genitori decidono di sottoporre il proprio bambino alla prima visita ortottica o oculistica ai 6 anni, in occasione dell’inizio del ciclo scolastico. Purtroppo però il periodo “plastico”, e quindi determinante nello sviluppo dell’apparato visivo, termina attorno ai 7-8 anni di vita.

Lo sapevi che…

“LA PRIMA VISITA ORTOTTICA DEVE ESSERE EFFETTUATA INTORNO AI 3 ANNI!!”

Questo vuol dire che condizioni patologiche quali l’ambliopia (“occhio pigro”) o lo strabismo (“occhio storto”) possono essere trattate con una maggiore probabilità di successo se diagnosticate precocemente.

Dagli 0 agli 8 anni il bambino deve essere più volte controllato: una qualsiasi patologia coinvolgente gli occhi in questo delicato periodo di plasticità avrà effetti sulla funzionalità del nervo ottico spesso irreversibili.

L’occhio del neonato presenta alla nascita un visus di circa 1/20, a quattro mesi di 1/10, a sei mesi di 2/10, a un anno di 3-4/10 e tra i due e tre anni di 10/10! Per un bambino piccolo è difficile comunicare un disagio visivo. L’adattamento al disturbo della visione attiva dei sistemi di compenso che gli garantiscono il miglior confort visivo possibile.
Tali sintomi-segni non sono da trascurare: posizioni anomale del capo, convergenza o divergenza degli occhi, frequente ammiccamento, chiusura di un occhio, avvicinare molto gli oggetti agli occhi durante il gioco, difficoltà a scendere le scale, sensibilità alla luce, ritardo motorio, alterata posizione degli occhi nella diverse direzioni di sguardo.

L’ambliopia o debolezza visiva (visus minore a 7/10) è risultata in tutti gli screening in percentuale non inferiore al 4-5% dei bambini ed è frequentemente caratterizzata dall’assenza di sintomi-segni o disturbi. Prima viene diagnosticata meglio si cura: percentuali di successo molto alte si hanno prima dei 5 anni. Anche lo strabismo è una patologia frequente con prevalenza del 3-5% della popolazione. Insorge nel 20% dei casi nel primo anno di vita.
L’altro picco di incidenza è ai 3 anni.

Ricordiamo che il microstrabismo o strabismo a piccolo angolo è esteticamente poco evidenziabile. Lo strabismo è la principale causa dell’ambliopia. È necessario riconoscere precocemente il bambino con un vero strabismo distinguendolo dalle forme non patologiche di pseudostrabismo correlate alla confomazione palpebrale (epicanto). Si consiglia, pertanto, una prima visita oculistica-ortottica tra i 6 ed i 9 mesi di vita, periodo in cui il bimbo si lascia visitare con più disponibilità.

L’ortottista è quel professionista che si occupa in maniera specifica degli strabismi e dello sviluppo visivo in età pediatrica, per cui è consigliabile rivolgersi con fiducia ad un valido/a ortottista.

Prenota